Assegno divorzile cassazione

Lo scorso 3 aprile 2015, la Suprema Corte diCassazione si è pronunciata sul tema divorzi. L’avvocato Barbara Cito, su Diritto24, ha esaminato la sentenza n. 6855/2015 affermando che, con questa nuova pronuncia, se il coniuge divorziato decide di creare una nuova famiglia perdedefinitivamente l’assegno divorzile.

All’interno dell’articolo, inoltre, l’avvocato precisa che la sentenza considera “nuova famiglia” non solo le coppie che decidono di convolare a nozze , ma anche chi forma le cosiddette “famiglie di fatto”, ovvero individui che progettano un modello di vita comune che assuma le stesse peculiarità del matrimonio classico.

logo_diritto24

Con la sentenza n. 6855 del 3 aprile 2015, la Cassazione torna a pronunciarsi in tema di assegno divorzile in caso di convivenza more uxorio.
In materia, è principio ormai consolidato che la sopravvenuta relazione more uxorio del coniuge avente diritto all’assegno divorzile possa assumere rilevanza nel procedimento di determinazione dello stesso, se incide in maniera concreta sulla situazione economica del beneficiario.

Continua su Diritto24